top of page
  • Martine

Esplorare l'area di Laino.

Benvenuti nel mio blog:


Per dare ai futuri inquilini del nostro appartamento a Laino, situato vicino ai laghi di Lugano e di Como, un'idea di ciò che la zona ha da offrire, ho tenuto il seguente blog durante le nostre vacanze nell'appartamento Dado.

Nel 2021 abbiamo acquistato un accogliente appartamento a Laino. Il primo semestre siamo stati impegnati a ristrutturare e arredare a nostro piacimento. Quindi non abbiamo avuto molto tempo per vedere i dintorni.




Tranne ovviamente Laino stesso........

Dopo un bellissimo percorso con tornanti, siamo arrivati in questo piccolo villaggio di montagna italiano, situato tra il Lago di Lugano e il Lago di Como. ....



Abbiamo visitato anche San Fedele Intelvi, il paese più vicino dove è possibile fare la spesa e dove si trovano anche ristoranti e altri negozi. (Laino ha solo una panetteria). Il mercoledì c'è un grande mercato. San Fedele ha una bella chiesa dall'aspetto tipicamente italiano.


Per allontanarci da tutto questo durante il periodo di ricostruzione, abbiamo trovato il tempo di guidare da Argegno a Menaggio, sul Lago di Como.

Ci si avvicina ad Argegno dalle montagne, da cui si gode di una magnifica vista.

Ne è valsa la pena, anche se era ancora solo primavera......


Vacanze 2022:

Ma ora l'appartamento è finito e abbiamo quasi due settimane intere per esplorare la zona.


1° giorno: arrivo a Laino.

Dopo un buon viaggio arriviamo a Laino nel pomeriggio. Una bevanda fresca dopo una lunga pedalata vale sicuramente la pena. La vista dall'appartamento è sempre magnifica.


Giorno 2: Lago di Como verso Dongo

Il bello della posizione del nostro appartamento è che si possono fare dei bellissimi tour. Ci sono giorni in cui visitiamo sia il Lago di Lugano che il Lago di Como. Anche se siamo arrivati ieri dopo un lungo viaggio, avevamo voglia di vedere i dintorni.

Volevamo guidare da Menaggio lungo il lago di Como verso il paese di Dongo. Il modo più rapido per arrivare a Menaggio è via Osteno a Porlezza, sul Lago di Lugano. E da lì, proseguire verso nord. Un percorso con molte gallerie e villaggi..


A Dongo siamo tornati indietro, perché fare il giro di tutto il lago di Como non è proprio un'opzione. Si torna in pianura passando per Argegno, quindi tutto sommato un bel percorso.


La prossima volta potremo dare un'occhiata più da vicino a tutti i villaggi che abbiamo appena superato.





Il villaggio di Santa Maria sul Lago di Como



Giorno 3: Balcone d'Italia

Oggi non è stato un lungo viaggio in macchina, ma abbiamo visto tutto il lago di Lugano.... Come è possibile? A meno di 13 km dal nostro appartamento, c'è un punto panoramico a non meno di 1200 metri di altitudine. Se arrivate qui dopo una tortuosa strada di montagna, rimarrete stupiti dal panorama. Senza dover camminare oltre, si può vedere l'intero Lago di Lugano dall'Italia al confine con la Svizzera. Davvero molto speciale!



Giorno 4: Visita a Nesso

Visto in un episodio di Lago di Beau: Nesso, il pittoresco villaggio che si trova tra le località di Como e Bellagior. Un lungo viaggio in auto, ma ancora una volta così bello che non ci si rende conto di essere seduti in macchina per molto tempo! Nesso è nota per il suo antichissimo ponte, una caratteristica scalinata conduce a questo antico ponte ad arco romano.











Si parcheggia l'auto in cima al paese e si percorre un bel sentiero fino alla riva del lago.



Se poi si scende si vede il bellissimo ponte da cui la gente si butta in acqua.

Dietro c'è una cascata. Vale sicuramente la pena di fare il viaggio e la salita.



Giorno 5: Morcote sul lago di Lugano

Rimane speciale il fatto che si continui ad attraversare il confine tra Italia e Svizzera. Non si nota nella lingua perché in questa parte della Svizzera si parla anche l'italiano. Solo quando si paga in contanti in euro, si ricevono indietro franchi svizzeri.


Oggi, il programma prevede un altro villaggio che potrebbe apparire in una cartolina. Il villaggio di Morcote sul Lago di Lugano. Dopo 40 minuti arriviamo al villaggio.




Dopo aver pranzato in una bella terrazza in riva al lago, abbiamo iniziato a salire per uno dei bei vicoli.


Attraverso un sentiero che attraversa il villaggio secolare si arriva all'imponente chiesa



Sembra molto italiano quando si vedono i cipressi, ma in realtà è la Svizzera.

In paese c'è anche un bellissimo giardino (Parco Scherr), ma lo terremo per la prossima volta. Per oggi basta con l'arrampicata.



Giorno 6 : Nuotare in uno dei laghi

Se si percorrono le strade che costeggiano il Lago di Como o il Lago di Lugano, non è sempre chiaro dove si possa fare il bagno. Ed è proprio questo che ci aspettavamo dopo alcuni giorni di viaggio. Abbiamo scoperto che spesso è possibile fare il bagno se si lascia la strada principale e si seguono le indicazioni "Luganolago" (con un'onda blu a seguire). Spesso si viene condotti in un villaggio dove si trova una piccola spiaggia di ciottoli. Viene regolarmente indicato anche il termine "Lido". A volte si tratta di una vera e propria piscina, ma per lo più è un pezzo di lago con un prato, un ristorante e sedie a sdraio. Spesso è necessario pagare qualche euro/franco per questo. È anche bello seguire una parte della GREENWAY a piedi lungo il lago di Como. Questo percorso costeggia le rive del lago e vi si trovano belle spiagge.


7° giorno: Lenno sul Lago di Como

In realtà eravamo fuori per vedere se potevamo noleggiare una barca per andare sul lago di Como. Prima di tutto, è stato difficile trovare un parcheggio in un luogo indicato per il noleggio di barche e quando l'abbiamo trovato, abbiamo scoperto che bisognava prenotare con giorni di anticipo. Tuttavia, si è scoperto che eravamo finiti a Lenno. E ora che avevamo trovato un parcheggio, era meglio esplorarlo. Ne è valsa la pena. Un tipico villaggio dove in passato gli italiani benestanti vivevano e passeggiavano lungo le rive del Lago di Como. .

Il pranzo è stato un grande successo, anche grazie alla splendida vista.



Villa del Balbianello merita sicuramente una visita, ma dopo il pranzo e il rinfresco non era più possibile.



Giorno 8: Mercato di Porlezza

Ci eravamo già passati un paio di volte e avevamo letto che il sabato si teneva un mercato. Un buon motivo per visitare Porlezza. Anche in questo caso, stava solo cercando un parcheggio.



Porlezza è un po' un'"enclave olandese" per via dei campeggi popolari adiacenti e questo è stato un bene sentirlo durante la visita al mercato. Inoltre, un tipico mercato italiano con molti prodotti alimentari ma anche abbigliamento, borse ecc.


Chiudere con un cappuccino sulla terrazza con una bella vista sul lago è sempre una buona idea.



Giorno 9: Viaggio in auto Campione - Riva San Vitale;

Oggi abbiamo un altro viaggio in macchina. Durante il viaggio, l'abbiamo già visto sui cartelli: Campione d'Italia. Sembra un pezzo d'Italia completamente circondato dalla Svizzera. Da tempo immemorabile, questo comune gode di privilegi speciali e gli italiani benestanti vivono ancora qui.



La caratteristica più evidente è il Casinò di dimensioni enormi. Dopo Campione, la strada non prosegue più, così siamo tornati indietro e abbiamo preso la direzione opposta, costeggiando il Lago di Lugano. La 2 corre parallela alla A2 e alla linea ferroviaria. Da Via Bisone a Riva San Vitale.



Giorno 10: Città di Lugano

Oggi era un po' nuvoloso, quindi una buona giornata per visitare la città di Lugano. Nonostante sia una città di milioni di abitanti, il centro è ancora accogliente.

Soprattutto per le belle case antiche

e il fatto che quasi sempre

sul lago..







Dal centro si può prendere il tram

su per la montagna fino alla stazione


Una delle tante terrazze è un buon posto dove stare.










11° giorno: visita a Gandria

Quello che era iniziato come un tentativo di fare una nuotata si è trasformato in una visita alla Cima e a Gandria, a causa di una copertura nuvolosa ostinata.


Così abbiamo guidato da Porlezza (dove in realtà volevamo andare a fare il bagno) a Cima


Il tunnel che si imbocca dopo è attraverso la montagna che si vede dall'appartamento! Si chiama Monte dei Pizzoni e si trova al confine tra Italia e Svizzera.

Nel tunnel che segue si trova l'ufficio doganale. Seguono una serie di stazioni di servizio (strano perché la benzina qui è molto più cara che in Italia). Dopo di che, abbiamo lasciato la strada principale e abbiamo guidato lungo l'argine attraversando bellissimi villaggi.

A un certo punto, abbiamo superato un parcheggio pieno di auto. Cosa starebbe succedendo qui?


Seguendo il percorso delle olive da questo parcheggio si arriva al grazioso villaggio di Gandria, che si trova direttamente sul lago.


Scendendo le scale si arriva all'imbarcadero di una barca che fa il giro del lago. .


E ci sono anche alcuni ristoranti da cui si gode di una splendida vista sul Lago di Como.


Un grande plateau con formaggio e salame è altamente raccomandato.



12° giorno: relax nel nostro appartamento

Oggi è il nostro ultimo giorno a Laino. Domani torneremo a casa, quindi è bello trascorrere una giornata nel nostro appartamento. Rilassarsi sul nostro balcone non è certo una punizione.


Ci siamo davvero divertiti in questi giorni e per fortuna torneremo spesso. Una visita a Como (città vecchia), una gita in barca da Menaggio a Bellagio, non siamo ancora riusciti a farla. Ma lo faremo sicuramente la prossima vacanza. C'è ancora molto da scoprire in questa zona. Come avrete notato, non siamo molto appassionati di ciclismo e di passeggiate, ma abbiamo visto abbastanza cartelli durante i nostri tour per capire che ci sono delle possibilità. Tuttavia, ci sono treni che salgono su diverse montagne (Mont Bré e Mont Salvatore vicino a Lugano) e sicuramente lo rifaremo.


Spero che questo blog vi abbia dato abbastanza ispirazione.

Spero di vederti nel prossimo blog e di vederti a Laino.










Saluti Arjan e Martine










7 visualizzazioni0 commenti
bottom of page